Ok, hai deciso che hai bisogno di un sito, partiamo dall’inizio..

Se hai bisogno di un sito la prima domanda che dovresti porti è “quanto è complesso il sito che mi serve?

So che sembra una domanda difficile perché probabilmente non hai idea di quanto sia complesso ma quello che trovi qua sotto è un semplice schema che ti aiuterà a dare una risposta ed a capire di che tipo di sito hai bisogno.

I miei clienti fisici mi devono trovare online

Se sei per esempio un architetto, un avvocato o un concessionario di automobili e quindi un’attività in genere che non ha intenzione di vendere prodotti o servizi direttamente dal sito ma hai “solo” bisogno che i tuoi clienti ti trovino online per poi venire a conoscerti nella sede del tuo esercizio, quello di cui necessiti è un sito internet semplice.

  1. La realizzazione è piuttosto facile se ti accontenti, se vuoi invece un sito molto personalizzato o particolare è consigliabile chiedere aiuto, continua a leggere sotto per info in più su come fare da te
  2. La maggiore difficoltà consiste invece, a sito ultimato e lanciato, nel portare traffico sul sito stesso. Se ne vuoi sapere di più leggi “Come ottimizzare il tuo sito”

Voglio vendere prodotti fisici e non

Se sei un commerciante e desideri vendere i tuoi prodotti anche online, dopo esserti chiesto se nel tuo mercato convenga vendere tramite piattaforme terze (tipo Amazon) ed esserti risposto negativamente, quello di cui hai bisogno è un sito e-commerce.

  1. E’ una tipologia di sito un po’ più complessa rispetto al caso precedente ma niente che non si possa fare da soli con una buona dose di voglia di mettersi in gioco e soprattutto ore libere. Per quanto assurdo possa sembrare però in questo caso probabilmente la via più economica è farselo costruire da una agenzia come la nostra e sotto capirai perché.
  2. La difficoltà aggiunta per questo tipo di sito e quella di generare vendite e di massimizzare la conversione ma approfondiremo questi aspetti in un altro articolo.

Voglio creare un servizio online

Se vuoi creare una piattaforma per per permettere agli utenti di “fare cose” come per esempio compra-vendita vinili rari o affittare i garage inutilizzati per qualche giorno a turisti di passaggio, hai bisogno o di un marketplace o di una web app.

  1. In questo caso senza volere essere rude fare da solo è praticamente impossibile, è un lavoro che spesso si fa in team anche piuttosto grandi ed a seconda delle necessità può richiedere anche mesi di tempo, in questo caso contattare qualcuno di esperto è assolutamente necessario.

Che servizio segliere per costruirlo

Se il sito che vuoi realizzare è uno descritto nelle prime due categorie sopra, puoi anche pensare di realizzarlo da solo. Sotto trovi un rapido schema per scegliere il servizio con cui farlo in base alle tue necessità.

Servizi drag & drop

Servizi come, Weebly, Shopify, Wix e Bigcartel ricadono tutti in questa categoria e si assomigliano abbastanza tra di loro, hanno prezzi tra di loro diversi e piccole differenze non sostanziali.

  Pro

  1. Generalmente facili da usare e da capire per chiunque sia abituato ad usare un pc.
  2. Non richiedono di conoscere nessuno linguaggio di programmazione.

  Contro

  1. Hanno tutti un costo mensile che per quanto possa sembrare basso se lo si considera in una finestra di un paio di anni rende spesso farsi costruire un sito una opzione più conveniente,  in media quanto chiediamo per un sito su misura equivale a 14-16 mesi di un abbonamento a shopify.
  2. Sono piuttosto limitati a livello di personalizzazione e spesso appena si vuole qualcosa di più particolarec’è bisogno di conoscere un paio di linguaggi di programmazione rendendo così ancora più immotivato il costo mensile.

WordPress

WordPress è unico nel suo genere e si distanzia nettamente dagli altri servizi citati, ha diversi pro e contro e una struttura concettualmente e praticamente molto diversa.

     Pro

  1. Molto flessibile, ci si può realizzare praticamente qualsiasi cosa se si hanno le competenze per farlo.
  2. E’ gratis, può sembrare roba da poco, ma può permettere ad esempio di iniziare a costruire un sito con molto anticipo senza dover pagare per mesi in cui il sito non è ancora pubblico.

     Contro

  1. Imparare le basi è semplice ma per realizzare qualcosa di più complesso o personalizzato ci vuole tempo e pratica. Molti professionisti vivono esclusivamente di consulenze  wordpress e costruzione di siti con esso. E’ il principale servizio che noi stessi usiamo per costruire siti su misura.
  2. Per ottenere il massimo da wordpress è consigliabile conoscere almeno il css, html e javascript, aiutano ma non sono fondamentali.

E quindi cosa mi consigliate?

Per concludere nel caso di un semplice sito internet se non avete grosse pretese e il mondo della tecnologia vi affascina, iniziate a farlo da voi, a seconda del vostro budget e di quanto tempo disponibile avete, poi affiderete modifiche e ottimizzazione ad esperti ma comunque avrete ottimizzato il budget, soprattutto se avete un po’ di tempo per farlo.

Se vuoi continuare da solo ti consigliamo di leggere Come ottimizzare il tuo sito web.

Nel caso di un e-commerce fatevi due conti ma alla fine vi accorgerete che vi conviene farvelo fare.

Infine nell’ultimo dei 3 casi sappiate che non è una strada facile, che potrebbe richiedervi un budget non indifferente e che avrete bisogno sicuramente di rivolgervi ad esperti.

Se ti è interessato questo articolo potrebbero interessarti le nostre guide su Come costruire il tuo sito web o su Come ottimizzare il tuo sito web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *